sabato 30 marzo 2019

La vita è più bella con Pinterest?


Pinterest è  ormai entrato a far parte della vita di molte persone. Ma è  un bene o un male? Ecco il mio parereparere


Qualche anno fa, ho letto il Post di Chiara su Pinterest ed oltre a trovarlo molto divertente, ho pensato che avesse estremamente ragione. Questo sito che ormai conosciamo tutti, ci permette di condividere idee tramite delle board, ovvero raggruppandole per tematiche. Si va dall'home decor, ai consiglibdi bellezza, dalle ricette alle foto di viaggio, ma la scelta  e' ampia.
Ultimamente mi sembra che tanta gente usi pinterest, che tantissime idee venganobtratte dalla board di quslche rivista o utente che piace.

Quante volte ho visto case che sembrano uscite da cataloghi di arredamento o da siti di home decor? Quante volte sono stata dalla mia parrucchiera di fiducia con le ricercate tramite keywords, sperando di diventare bella come la modella, con quel taglio di capelli? Per non parlare di quanti lavoretti sartoriali, che sembravano così  facili, visti sulla board di qualcuno, hanno fatto di me un totale fallimento? Tutto questo, usando pinterest.

Credits:www.canva.it




Nella vita la perfezione non esiste, ma ce la poniamo come obbiettivo, e spesso prendiamo spunto proprio da pinterest.
Ormai siamo in tanti ad essere contagiati, e vi dirò,  questo è  pure un bene . Pensate a quanto è semplice procurarvi oggi, quella lampada a forma di cactus, che avete visto nella board di qualcuno: c'è  un articolo simile proprio dal fiorista di fiducia di vostra madre. E il bar appena dietro l' angolo? Quello che tempo fa era un bocciodromo? Ora ha più  piante del vivaio lì  vicino. Non pensate che sia il sogno di un architetto illuminato, orma ve l'ho detto siamo contagiati: vogliamo il bello, e lo vogliamo subito. Pinterest ci ha fatti ammalare e se questo migliora l' ambiente vicino a noi, ben venga, e che si espanda questa linea di pensiero. Viva Pinterest!

martedì 26 marzo 2019

Villa Ferrari Chiodi, un gioiellino a Vicenza


Le giornate di primavera del FAI sono state interessanti per noi: abbiamo visitato Villa  Ferrari Chiodi a Vicenza, ed è stata una bella sorpresa!

Come vi avevo preannunciato, la scorsa settimana si sono tenute le giornate FAI di primavera. Trovo questa manifestazione molto interessante: è facile lamentarsi e dire che nel week-end non c'è mai nulla da fare, mentre grazie anche ai volontari delle varie associazioni, possiamo svolgere delle attività come questa!

credits: www.Canva.com



Mio marito ed io, abbiamo scelto di visitare Villa Ferrari Chiodi, che si trova nella strada statale Pasubio, a Vicenza. Amiamo entrambi la nostra città, anche se non possiamo dire di conoscerne tutti i segreti: questa dimora del '700 non l'avevamo mai visitata!

particolare della facciata


Grazie al FAI l'abbiamo anche conosciuta un pochino meglio: costruita nel 1719 è stata chiusa per molto tempo, mentre ora grazie alla famiglia Marcheluzzo, che gestisce il miglior mercatino, proprio nella villa,  sta vivendo una nuova giovinezza. Nonostante la facciata dell'edificio sia preziosa, è l'interno della casa a colpire maggiormente gli occhi del visitatore. I pregiati stucchi e la scala a due rampe, con l'elegante fattura della ringhiera in ferro battuto che la protegge, sono da ricordare.

Vicenza mi offre sempre dei nuovi posti da esplorare, e sono felice di viverci.